I benefici del melograno e come ricavarne il succo

I benefici del melograno e come ricavarne il succo

Con l’autunno arriva la stagione di un frutto davvero portentoso: il melograno (o melagrana, come la chiamano alcuni). Il melograno apporta straordinari benefici per l’organismo, se consumato con una certa regolarità (ma come tutte le cose è bene non eccedere).

Il melograno è ricco di sostanze nutritive: antiossidanti, vitamina K e B, potassio, contiene il 20% del fabbisogno giornaliero di vitamina C; è ricco di minerali, come ferro, calcio, magnesio, fosforo, zinco e manganese.

Contiene antociane, pigmenti che schermano dai raggi UV, responsabili dell’invecchiamento cutaneo e causa di cancro alla pelle; tannini e polifenoli che svolgono una potente azione contro i tumori.

I benefici del melograno non si notano solo nel lungo periodo, ma si riscontrano nella vita quotidiana: è astringente, quindi contrasta la diarrea; rafforza il sistema immunitario contro allergie e influenze.

Vediamo le sue straordinarie proprietà nello specifico:

1) Il melograno è antiossidante, ed è un frutto leggero, con poche calorie (circa 80 ogni 100 grammi di prodotto).

2) Il melograno svolge un’azione antitumurale perché è ricco di tannini e polifenoli che riducono i radical liberi. In particolare sembra risultare efficace contro i tumori al seno, alla prostata, alla pelle e ai polmoni. Secondo uno studio scientifico pubblicato su Translational Oncology, l’azione preventiva del melograno è data dall’acido ellagico e dai flavonoidi, che contrastano le cellule cancerogene, portandole addirittura alla morte.

3) Il melograno rende la pelle più bella e giovane più a lungo. Infatti protegge dai raggi UV, nocivi per la pelle e responsabili di macchie e rughe precoci. Inoltre gli antiossidanti e le vitamine di cui è ricco rallentano i processi di invecchiamento cellulare e favoriscono la rigenerazione della cellule. Il melograno è anche un valido aiuto anche per i giovani e giovanissimi, perché contrasta anche l’acne e la pelle grassa.

4) Il melograno protegge il cuore e tiene sotto controllo il colesterolo. Il succo del melograno agisce come anticoagulante riducendo il rischio di malattie cardiovascolari. Consumando regolarmente il melograno si tiene sotto controllo il colesterolo “cattivo”, l’LDL, mentre si aumenta quello buono, l’HDL.

5) Il melograno contro i disturbi intestinali. Il succo di melograno combatte la diarrea, la nausea, i parassiti intestinali (come il famigerato verme solitario) e le emorroidi. Il melograno aiuta anche i bambini o le persone adulte che soffrono di mancanza di appetito a stimolare la fame.

6) Il melograno aiuta chi soffre di anemia, perché è ricco di ferro.

7) Il melograno previene il disturbo di Alzheimer. Secondo recenti studi un bicchiere di succo di melograno al giorno previene lo sviluppo dell’Alzheimer.

8) Il succo di melograno protegge i reni. Un recente studio della rivista Renal Failure sostiene che il melograno previene il danneggiamento dei reni perché contiene sostanze che li proteggono dalle tossine pericolose.

9) Il melograno protegge il sistema immunitario. Grazie alla grande quantità di vitamina C (il 20% del fabbisogno giornaliero è contenuto in un melograno di medie dimensioni), il succo di melograno costruisce una barriera tra noi e i malanni stagionali, come l’influenza e il raffreddore.

10) Il succo di melograno ci protegge dalle allergie. La dottoressa Michelle Schoffro Cook ha approfondito questa tesi nel suo libro The Life Force Diet: pare che i polifenoli contenuti nel melograno riducano i processi biochimici correlati alla comparsa delle allergie.

Il succo di melograno che trovate al supermercato subisce lavorazioni che eliminano la maggior parte delle sue sostanze nutritive, inoltre contiene conservanti e zuccheri aggiunti che sono poco salutari per il nostro organismo. Per questo sarebbe meglio bere il succo di melograno fatto in casa. Ma come ricavarlo?

Si può utilizzare uno spremi agrumi elettrico, tagliando il frutto in quattro parti e spremendolo come si fa con l’arancia. Perché in quattro parti e non in due, come con gli agrumi? La maggior parte dei melograni sono di grosse dimensioni, e tagliarli a metà non è sufficiente. Questo non è il caso di Spremimi CP 200, lo spremi agrumi di Caso Germany con un’imboccatura più capace. Inoltre la leva consente di fare forza e spremere bene tutto il succo.

Gli spremi agrumi elettrici tuttavia presentano uno svantaggio: spremono anche i semini e i filamenti giallognoli che rendono il succo di melograno più amaro.

Per questo il modo più efficace per ottenere un gustoso succo di melograno è lo spremi agrumi a mano (quello che utilizzano anche i bar), che invece trattiene i semini nel piattello. Ne esistono vari modelli: prediligete quelli con il piatto più ampio, che sono più adatti ai melograni, come quello di Eva o di Vallerossa.

Scrivi una replica

Tutti i campi sono obbligatori

Nome:
Indirizzo email: (Non pubblicato)
Commento:
Codice

Categorie

Information

Produttori

Speciali

I nostri negozi

Fornitori